lunedì 7 ottobre 2019

Futuro


Un giorno come tanti stavo provando a leggere il futuro, come del resto facciamo tutti prima di ogni sfida quotidiana. A seguito di una perfetta raccolta di dati, di calcoli di probabilità e di stime dei limiti del possibile e della causalità logica, sono uscito di casa, certo di predire alla perfezione quanto sarebbe accaduto. Tutto, con ammirevole puntualità, è andato storto. Mi sono scervellato per capire quali fossero i miei errori, e ancora analisi, ripensamenti, revisioni. Tolto ciò che era corretto e logico, mi sono infine reso conto che restavo solo: io stesso irrisolvibile incognita variabile di questo calcolo di Sisifo. Mi sono fatto una risata, mi sono preparato un tè, e, sprofondato in poltrona, mi sono rassegnato a leggere solo il presente.

Nessun commento:

Posta un commento