domenica 10 novembre 2019

Giudizio



Mi alzo questa mattina come ogni altra, e come ogni mattina so che qualcosa la intorbidirà: non c'è giorno che riesca ad evitare di incontrarlo. Lui, che mi fissa con riprovazione, con quella ghigna ambigua di chi giudica segretamente. Ma chi si crede di essere? Appena incrocio il suo sguardo, fosse anche per sbaglio, mi pianta di rimando il suo negli occhi. Spavaldo. Arrogante. Sfacciato. E continua a osservarmi a oltranza, quasi a volermi scrutare nell'anima, a volermi leggere di dentro cose che non voglio vengano viste da nessuno. Men che meno da lui. Ogni sacrosanto giorno. Come mi cavo da questa situazione, mi chiedete? Beh, appena diventa insostenibile distolgo gli occhi, mi allontano dallo specchio, mi vesto ed esco di casa.

Nessun commento:

Posta un commento